Le interviste

A tu per tu con l’impiegata creativa…

Abbiamo fatto qualche domanda a Francesca, protagonista della settimana di donneinstoffa con il suo “Laboratorio di stile”. Curiosi di sapere cosa ci ha raccontato di lei e dei suoi progetti? Buona lettura!

Chi sei? Qualche parola per descriverti.

Sono Francesca, ho 31 anni e la mia più grande passione è la creatività in particolare il cucito che condivido sul mio blog Laboratorio di stile.

Come è nata la passione per l’handmade? Quando e in che modo è diventata una vera e propria attività imprenditoriale?

La mia passione per l’handmade è nata quando ero bambina. È iniziata con il disegno ed è proseguita con la creazione di bijoux fino alla scoperta del mondo del cucito.

Nel 2015 ho aperto il mio blog www.laboratoriodistile.it per condividere le mie creazioni di uncinetto, cucito, refashion ed il tema della moda sostenibile.

Al momento non è un’attività imprenditoriale perché avendo un altro lavoro e poco tempo libero è davvero difficile far diventare il blogging una professione.

Uno dei miei sogni nel cassetto è quello di far diventare il mio blog un magazine online di creatività con tante idee e tutorial creativi da fornire ai miei lettori.

Se dovessi guardare indietro, qual è stato il momento più duro?

All’inizio temevo il giudizio delle persone, soprattutto perché chi mi conosce credo che non si sarebbe mai aspettato che aprissi un blog!

Recentemente invece a Marzo 2019 Instagram mi ha chiuso il profilo perché sosteneva che in una foto pubblicata nel 2016 avessi violato il copyright, avevo 10.000 followers e da un giorno all’altro ho perso tutto dovendo ricominciare da capo con il profilo che ho attualmente (Profilo Instagram: laboratoriodistile).

Come scegli tessuti e materie prime per le tue creazioni?

Con cura ed attenzione, essendo di Biella “capitale del tessile” tengo molto alla scelta dei tessuti e dei filati per i progetti all’uncinetto. Li seleziono solo di buona qualità, per poter realizzare dei capi belli e duraturi nel tempo.

Dai tuoi post traspare questa voglia di entrare in contatto con chi ti segue. Quanto pensi sia importante instaurare un rapporto con chi legge e compra i tuoi prodotti?

È fondamentale, se si ha successo in un’attività è grazie alle persone che ti seguono quotidianamente soprattutto sui social quindi è molto importante coinvolgerli e condividere diversi aspetti della tua attività con loro.

Che consiglio daresti alle donne che hanno la tua stessa passione?

Di sfruttare il più possibile il tempo libero che hanno per coltivare le loro passioni. Soprattutto se si ha un lavoro a tempo pieno come il mio bisogna fare il possibile per trovare del tempo per sé stessi e per i propri interessi.

Ma consiglio anche di non aver paura del giudizio altrui e se avete voglia di aprire un’attività legata alle vostre passioni di provarci, anche se non dovesse andar bene voi ci avete provato e difficilmente avrete rimpianti.

Collabori con altre donne che hanno un’attività simile alla tua? Quanto pensi sia importante una rete di donne unite per valorizzare l’handmade?

In questi anni grazie al blog e ai social ho conosciuto tante donne con le mie stesse passioni con cui sono in contatto.

A breve farò la mia prima collaborazione con una di loro e vi anticipo che sarà sul tema della moda sostenibile che mi appassiona molto.

Avendo tutte la passione per l’handmade cerchiamo di valorizzarlo il più possibile sui nostri blog e profili social.

C’è una creazione alla quale sei particolarmente legata? Magari perché l’hai realizzata in un periodo particolare della tua vita o perché a ispirarti è stata una persona per te importante.

Ci sono diverse creazioni a cui sono legata, ma se dovessi sceglierne una sarebbe sicuramente la gonna a mezza ruota in tessuto tartan che avevo realizzato prendendo ispirazione da un outfit di Kate Middleton, un’icona di stile.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *