Le interviste

A tu per tu con la sarta che ha inseguito la felicità

Un racconto, più che la classica intervista, quello che donneinstoffa vi presenta questa settimana. Le parole, quelle che state per leggere, direttamente dalla penna di Beatrice, protagonista della nostra settimana con il suo progetto “l’amoreèovunque”. Buona lettura!

Mi chiamo Beatrice, sono sposata con Alberto e abbiamo due bimbi piccoli, Amedeo e Luigi.

Com’e iniziata la mia passione per l’handmade? Francamente non lo so neanche io. Devo essere sincera nel dire che è cominciato tutto per caso, dopo il diploma al liceo classico, senza arte né parte mi sono buttata nell’azienda di famiglia e lavoravo come segretaria. Era un lavoro che non mi piaceva e non mi rendeva soddisfatta, mi sentivo ripetere solo che dovevo essere contenta di avere un contratto a tempo indeterminato e di accontentarmi. Dalla prima gonnellina mi sono bastati pochi mesi per capire che con le mie mani potevo costruirmi una valida alternativa, che tutti i mestieri avevano pro e contro ma che nessuna tredicesima valeva la mia felicità.

Il più duro di tutti è stato sicuramente il momento in cui ho preso il coraggio a due mani e sono andata da mio padre (ai tempi anche il mio capo) per dirgli che mi licenziavo, che lasciavo il porto sicuro che lui mi aveva offerto, che non avrei portato avanti i suoi sacrifici e il suo lavoro, che volevo provare a segnare una strada tutta mia. Da quel giorno la mia vita è cambiata e ho iniziato a seguire molto di più il mio istinto piuttosto che l’opinione altrui, stessa cosa faccio ad oggi per la scelta di tessuti e modelli..difficilmente in sartoria prende forma qualcosa che non mi piace personalmente.

Cerco i miei tessuti in Toscana, privilegiando più possibile materiali naturali e prodotti in loco..mi occupo in prima persona di ogni aspetto e adoro coinvolgere chi mi segue nei vari passaggi che compongono la lavorazione di un capo, penso che oltre ad essere importantissimo instaurare un rapporto con chi apprezza quello che fai sia anche un ottimo modo per conoscere persone stupende che diversamente non avresti mai incontrato!!

Mi capita spesso che mi scrivano ragazze che vorrebbero buttarsi in qualcosa di loro per avere consigli o sapere come ho iniziato io..io non so mai cosa consigliare perché secondo me ogni storia è a se, ognuno di noi può trovare facile o difficile una cosa diversa ma l’unica variante che non cambia mai è: CREDETE IN VOI STESSE. (Potete partorire, potete fare tutto!)

Purtroppo ad oggi non collaboro con nessuna collega ma non escludo nulla per il futuro e trovo che sia molto importante supportarsi a vicenda in realtà piccole come la mia!

Se dovessi scegliere una tra le creazioni a cui sono più legata da un punto di vista affettivo sarebbe sicuramente la prima gonnellina che ho cucito, un modello semplice con l’elastico in vita che è ed è sempre stato disponibile in sartoria In tutti i tipi di tessuto!! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *