Le interviste

A tu per tu con la sarta che insegue la perfezione…

Abbiamo fatto qualche domanda ad Alessia, giovane protagonista della settimana di donneinstoffa. Curiosi di sapere cosa ci ha raccontato di lei e del suo “Aloba”? Buona lettura!

Chi sei? Qualche parola per descriverti.

Mi chiamo Alessia Cantarini in arte ALOBA (esclamazione messicana per esprimere meraviglia) sono nata e cresciura ad Osimo, una cittadina dalle morbide colline e la storia antica in provincia di Ancona ed ho 24 anni. Sono una ragazza molto testarda e determinata, difficilmente mi arrendo! sono una perfezionista, nessun capo creato da me esce dal mio laboratorio se non è perfetto al 100%.

Tutto quello che creo è ispirato da quello che mi circonda, Nella vita ho sempre preferito la semplicità e le linee pulite al caos e metto il cuore in tutto quello che faccio, anche se è una frase fatta mi rispecchia a pieno perché dietro a ogni capo ce tutto il mio amore, le gioie e I dolori che provo nel farlo.

Come è nata la passione per l’handmade? Quando e in che modo è diventata una vera e propria attività imprenditoriale?

Provengo da una famiglia di artigiani e specialmente Mia nonna è una sarta rinomata nella mia zona poiché lavorava per una famiglia reale, quindi sono sempre stata a contatto con questo mondo e sin da piccola ho sempre realizzato qualcosa con le mie mani che fosse stato un abito per carnevale, la collanina da regalare all’amica o un dipinto! Terminati gli studi con indirizzo moda e costume, sono stata da mia nonna a imparare l’arte del cucito per affinare le mie tecniche e dopo vari tentativi lavorativi ho deciso di intraprendere la strada dell’handmade che per me è sempre stata una vera e propria passione. Sono all’incirca poco più di 4 anni che mi trovo su Instagram a esporre i miei lavori ed è stata una cosa inaspettata per me perché mai avrei pensato che quello che creavo potesse piacere anche ad altre persone.

Se dovessi guardare indietro, qual è stato il momento più duro?

le difficoltà più grandi per me sono dovute l’imprevedibilità del mio lavoro, sono una persona che progetta tutto per tempo mentre questo lavoro non te lo permette, solo col tempo ho imparato che non posso controllare tutto ma che devo fidarmi anche degli altri e non contare solo sulle mie forze.

Sicuramente i momenti di sconforto più grandi sono quando un capo che realizzo non esci nel tuo stato finale come me lo immagino prima di iniziarlo!

Come scegli tessuti e materie prime per le tue creazioni?

Per quanto riguarda i tessuti e i materiali mi affido a dei fornitori di fiducia dove so che posso trovare la massima qualità da offrire alle mie clienti, prediligo tessuti in fibra naturale e di aziende italiane, quando posso mi piace ricercare anche tessuti vintage magari di aziende note con fantasie e stampe particolari! Diciamo che la mia è una vera e propria passione per i tessuti Infatti un mio piccolo sogno nel cassetto sarebbe quello di poter aprire un negozio di tessuti perché quando sono in questi ambienti mi perdo e mi sento sempre felice.

Dai tuoi post traspare questa voglia di entrare in contatto con chi ti segue. Quanto pensi sia importante instaurare un rapporto con chi legge e compra i tuoi prodotti?

Creare un rapporto di fiducia con il cliente è importantissimo nel mio lavoro non potendo arrivare a tutti i clienti di persona è importante far trasparire quello che è un capo realizzato a mano anche attraverso i social media. A me piace far notare nelle mie foto i particolari e le cuciture perché secondo me sono le cose che contraddistinguono un capo ben realizzato. lavorando molto con delle clienti che non sono della mia zona Mi piace poter offrire un servizio a tutto tondo Infatti seguo il cliente in modo che possa avere un capo realizzato su misura e a mano ma soprattutto che cada bene e che soddisfi ogni propria esigenza e ogni fisico perché secondo me il bello del mio lavoro è poter vestire da una XXS a una XXXL e far sentire a proprio agio Ogni donna nel suo corpo.

Che consiglio daresti alle donne che hanno la tua stessa passione?

Alle donne e alle ragazze che hanno la mia stessa passione e che stanno intraprendendo il mio stesso lavoro il consiglio che voglio dare e di avere molta pazienza di non abbattersi di fronte alle difficoltà e che un lavoro preciso e meticoloso ripaga sempre.

Collabori con altre donne che hanno un’attività simile alla tua? Quanto pensi sia importante una rete di donne unite per valorizzare l’handmade?

Io fortunatamente ho trovato più che delle colleghe delle amiche con cui posso confrontarmi quando ho difficoltà nel realizzare un modello o quando voglio un semplicemente un consiglio sul mio lavoro e questa cosa è davvero importante perché siamo sole fisicamente ma non ci sentiamo sole mentalmente, come ogni lavoro ha i suoi pro e contro e un contro è che si lavora principalmente da soli quindi avere delle colleghe con cui ti puoi confrontare anche se non sono vicino a te è importantissimo. L’handmade è una comunità in espansione non siamo molte noi artigiane, ci conosciamo quasi tutte ed è bello poterti aiutare a vicenda e sostenersi.

C’è una creazione alla quale sei particolarmente legata? Magari perché l’hai realizzata in un periodo particolare della tua vita o perché a ispirarti è stata una persona per te importante.

Partiamo dal presupposto che ogni capo che realizzo per me è importante però ce n’è uno in particolare che per me è il più importante perché personalmente quello che Io indosso di più , si tratta della t-shirt con il cuore ricamato che poi è una delle t-shirt che è stata più apprezzata tra quelle che ho proposto , e questo cuore ricamato per me è stato il simbolo dell’amore che ho messo sempre nel realizzare i miei capi, la mia è praticamente sfinita perché la indosso ogni volta che posso e mi ha accompagnato anche in alcuni momenti speciali della mia vita.

Poi ogni abito da cerimonia che realizzo per me è sempre un piccolo sogno perché poi quando magari capita della mia taglia e lo provo su di me mi sento una principessa❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *